top of page

Out of Dystopia 

Il progetto è composto da sette serie di autoritratti realizzate dal 19 al 25 Gennaio 2022. Ho scelto di realizzare una serie al giorno per sette giorni seguendo solo il potere dell’intuizione. Molti artisti sanno che certi processi non sono ad appannaggio della propria volontà cosciente. Lo sforzo consiste nel restare all’interno di un processo che non si comprende integralmente nella sua profondità, portandolo avanti soprattutto quando sembra essere troppo difficile e ci si sente troppo piccoli, troppo infreddoliti, troppo inutili: l’immagine devo compiersi attraverso la propria singolare esperienza, facendo del proprio meglio. Ed io ho semplicemente seguito quella voce sottile che appartiene a tutti gli esseri umani e che a qualcuno è stato dato il compito di sentire profondamente per riportarla attraverso l’arte.

Io sono partita da una situazione di distopia, di frammentazione, di violenza e di assenza. Ho iniziato a correre fino in cima alla collina che vedo dalla finestra della mia camera, dove c’è un albero che è caduto poco tempo fa, a cui ero molto legata, seppure non ricordi di averlo mai visto in vita. Era morto da tanto tempo e si ergeva maestoso, con i suoi rami sempre spogli e delicati. Il giorno prima dell’inizio di questa serie si è accasciato al suolo sonoramente, ed io mi sono adagiata accanto a lui.

GIORNO I. Fuori dalla Distopia

GIORNO II. Il buio 

GIORNO III. Sapienza  

GIORNO IV. Labirinto  

GIORNO V. Agape